EPC EDITORE - eADE TECNOLOGIE DIGITALI

PSC con il modello semplificato

Il piano di sicurezza e coordinamento secondo il Decreto interministeriale del 9/9/2014

Il modulo PSC è la soluzione completa ed integrata per la redazione del piano di sicurezza e coordinamento, del fascicolo adattato alle caratteristiche dell'opera e per la gestione dei compiti del coordinatore per l'esecuzione e committente o del responsabile dei lavori.

Le parole d'ordine sono: innovazione tecnologica, semplicità d'uso, versatilità, completezza e adattabilità alle esigenze dell'utente, il tutto in totale coerenza con quanto disposto dall'art. 100 e dall'allegato XV del D.Lgs. n. 81/2008 e s. m. e i. e ora anche con il Decreto interministeriale del 9/9/2014 e dal Decreto interministeriale 22 luglio 2014 (Decreto palchi e fiere). La nuova versione 6 del modulo PSC, infatti, consente di redigere il piano di sicurezza e coordinamento e il fascicolo dell'opera secondo i modelli semplificati.

  Oggi anche con il modulo CSE

Guarda il modulo software per la gestione della sicurezza nel cantiere CSE.
Puoi acquistare il modulo PSC da solo o in abbinamento al modulo CSE.
Se hai già acquistato una licenza PSC, il modulo CSE può essere tuo a condizioni molto vantaggiose!
Per informazioni: info@progetto-sicurezza-cantieri.it

I numeri del Modulo PSC

  • oltre 60 lavorazioni per più di 500 fasi lavorative complete di rischi, misure e interferenze
  • oltre 40 prezzari di costi della sicurezza
  • circa 500 immagini CAD da utilizzare direttamente sul layout di cantiere
  • più di 400 interventi completi di rischi e misure

Modulo PSC, un sistema flessibile e rigoroso

Puoi descrivere l’analisi ambientale del cantiere mediante il supporto di una corposa banca dati di fattori di rischio e di elementi di organizzazione del cantiere. Puoi pianificare i lavori mediante un potente strumento di cronoprogramma che consente di analizzare i rischi di lavorazione e i rischi interferenti tra le fasi lavorative

Immagini CAD sempre a disposizione

Puoi progettare il cantiere con grande semplicità utilizzando il tuo CAD con l’ausilio di una specifica banca dati di “blocchi CAD”. Puoi stimare i costi della sicurezza analiticamente mediante il prezzario vigente nel tuo territorio

  Acquista il modulo PSC

270,00 + iva , anziché € 300,00 + iva, compresa assistenza fino al 31/12/2018
Disponibile anche in Demo

  Prova gratis tutta la suite

Scarica la versione dimostrativa e metti alla prova Progetto Sicurezza Cantieri gratis per 20 giorni

  Assistenza tecnica gratuita

Dalle 9:00 alle 18:00 un servizio di elevata professionalità risponde ai quesiti tecnici

  Tutte le novità sulla sicurezza

Un servizio puntuale di aggiornamento normativo, giurisprudenziale e tecnico in materia di sicurezza nei cantieri

Le sezioni a fondamento del modello di PSC proposte dal decreto sono sostanzialmente fedeli al dettame legislativo dell’allegato XV del D.Lgs. 81/2008, il quale chiede di fornire per ogni elemento di analisi dei rischi in riferimento all’area di cantiere, all’organizzazione e alle lavorazioni informazioni prevenzionistiche suddivise in:

  • scelte progettuali ed organizzative
  • procedure
  • misure di prevenzione e protezione
  • misure di coordinamento
  • e, ove necessario, tavole e disegni tecnici esplicativi
Nell’allegato XV del D.Lgs. 81/2008, troviamo i significati di tali termini. Relativamente alle interferenze lavorative, invece, il cronoprogramma dei lavori dovrà essere redatto, così come previsto dai punti 2.2.3 e 2.3.2 dell’allegato XV del D.Lgs. 81/2008, suddividendo le lavorazioni in fasi lavorative (eventualmente in subfasi lavorative), in modo da poter analizzare i rischi interferenti e definire, qualora vi siano effettivamente delle interazioni tra le fasi di lavoro anche da parte di lavoratori della stessa impresa, le necessarie “prescrizioni operative”, le “misure preventive e protettive” e i “dispositivi di protezione” (individuale), nonché i “soggetti obbligati all’attuazione”.

Una specifica sezione è destinata ad indicare i casi in cui si ritengono necessarie misure complementari e di dettaglio nel POS delle imprese affidatarie ed esecutrici.

Specifiche sezioni, poi, consentono di fornire disposizioni/prescrizioni in riferimento a "l'uso comune di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva”, de "l'organizzazione della cooperazione e del coordinamento”, per la “consultazione degli RLS” e de "l'organizzazione del servizio di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori”; cioè per quegli aspetti che si potrebbero definire complessivamente di “coordinamento e cooperazione” del cantiere.

Infine, la sezione sulla stima dei costi della sicurezza, rappresentata da una tabella di computo metrico estimativo, è impostata per suddividere i costi nelle categorie previste al punto 4.1, allegato XV, del D.Lgs. 81/2008.

Punti di forza della procedura sono la completezza delle banche dati fornite sull'analisi dello stato dei luoghi, la progettazione del cantiere e la gestione dei rischi interferenti.

Guarda un esempio di piano di sicurezza e coordinamento
Microsoft Windows

perché ti aiuta a progettare la sicurezza del cantiere
  • se vuoi elaborare il PSC, ti mette a disposizione gli strumenti e la banca dati necessari per la redazione del piano di sicurezza e coordinamento conformemente all'Allegato XV del d.lgs. 81/2008 e s.m. e al DI 9/9/2014
  • se vuoi redigere il fascicolo dell'opera, ti mette a disposizione gli strumenti e la banca dati necessari per la redazione del fascicolo dell'opera conformemente all'Allegato XVI del d.lgs. 81/2008 e s.m. e al DI 9/9/2014
perché ti consente di predisporre il cronoprogramma dei lavori
  • se vuoi elaborare il cronoprogramma in modo semplice, hai a disposizione uno strumento di pianificazione dei lavori potente e semplice
  • se vuoi aggiornare in tempo reale il cronoprogramma, hai a disposizione funzioni semplici ed efficaci
perché ti consente di analizzare i rischi interferenti con l'ambiente, l'organizzazione del cantiere e tra le fasi lavorative
  • se hai bisogno di analizzare i rischi interferenti, hai a disposizione strumenti e banche dati per analizzare le interferenze tra le fasi lavorative e tra le fasi e l'ambiente o l'organizzazione del cantiere
  • se hai bisogno di banche dati sui rischi e le misure, hai a disposizione un archivio di oltre 500 fasi lavorative
perché ti consente di elaborare i layout di cantiere e la relazione sull'organizzazione del cantiere
  • utilizzando la tua versione di Autocad, puoi elaborare il layout di cantiere personalizzandolo anche con l'uso di una banca dati Cad Media Browser di circa 350 blocchi in dwg
perché ti permette di stimare analiticamente i costi della sicurezza
  • con i prezzari della sicurezza vigenti in ambito territoriale, puoi elaborare il computo metrico estimativo dei costi della sicurezza corrispondente alla tua zona
  • se hai bisogno di compilare il quadro economico, il software mette in relazione l'importo dei lavori con quello della sicurezza
...in una parola perché è unico nel suo genere
  • se hai bisogno di rigore e semplicità d'uso, PSC è quello di cui hai bisogno
Il modello applicato al modulo PSC 6
La suite Progetto Sicurezza Cantieri 6 è la normale evoluzione della precedente versione, ma al tempo stesso è un’entità completamente nuova. L’implementazione dei “modelli semplificati” ha richiesto un grande sforzo in termini di analisi, sviluppo e contenuti. Gli archivi di supporto alla redazione dei vari documenti di nuova generazione, sono il frutto dell’esperienza degli autori e della ricerca continua effettuata analizzando la migliore letteratura tecnica sull’argomento.

Il progetto di sviluppo ha voluto coniugare due esigenze prioritarie: da un lato implementare i “modelli semplificati” nella maniera più fedele possibile e dall’altro non sottovalutare l’obiettivo di qualità dei piani. La tesi che sosteniamo da tempo è che i piani di sicurezza, anche tramite i modelli semplificati, possono essere espressione di attività professionale qualificata. In tal senso il PSC (PSS) e l’FO hanno i connotati di un vero progetto della sicurezza. Mentre il POS è coerente con la sua missione principale, essere di completamento e di dettaglio al PSC.


Da queste considerazioni nasce l’esigenza di rendere possibile descrivere l’analisi ambientale mediante il supporto di una banca dati di fattori di rischio; progettare il cantiere con grande semplicità adoperando il CAD dell’utente, ma con l’ausilio di una specifica banca dati di “blocchi CAD” e una corposa banca dati di elementi di organizzazione del cantiere (figure 1 e 2); pianificare i lavori mediante un potente strumento di cronoprogramma che consente di analizzare i rischi di lavorazione e i rischi interferenti tra le fasi lavorative (figura 3); stimare i costi della sicurezza analiticamente mediante il prezzario vigente nel proprio territorio.


La stampa dei documenti, personalizzabile dall’utente, è fedele ai modelli semplificati, anche se ottimizza la lettura di alcune tabelle a più colonne (figura 4).


Naturalmente sono garantiti gli aggiornamenti costanti, sia in termini di sviluppo che di banche dati. L’utente è al centro dell’attenzione.

Progetto di cantiere e uso della banca dati 'blocchi CAD' Figura 1 - Progetto di cantiere e uso della banca dati "blocchi CAD"


Disposizioni concernenti l'organizzazione del cantiere ed uso di specifica banca dati di supporto Figura 2 - Disposizioni concernenti l'organizzazione del cantiere ed uso di specifica banca dati di supporto


Cronoprogramma dei lavori e analisi dei rischi interferenti Figura 3 - Cronoprogramma dei lavori e analisi dei rischi interferenti


Esempio di stampa Piano di Sicurezza e Coordinamento Figura 4 - Esempio di stampa

Guarda un esempio di piano di sicurezza e coordinamento